Il progetto

Il progetto

logo-genigma

Il genoma umano è costituito da una sequenza di 3.000 milioni di lettere. La sua sequenza e il modo in cui è ripiegato sono determinanti per il  funzionamento delle nostre cellule. Sappiamo che nelle cellule tumorali ci sono scambi e ri-ordinamenti di materiale genetico (traslocazioni cromosomiche) che modificano la sequenza “originale”. Di conseguenza, le zone di contatto tra le diverse parti del genoma vengono modificate, il che può portare ad alterazioni delle funzioni essenziali delle cellule interessate.

Quasi tutti i tumori sono causati da anomalie nel materiale genetico delle cellule. Ma per ogni tipologia  di cancro, queste anomalie sono diverse.

Questo progetto vuole indagare le alterazioni genomiche nelle cellule tumorali. Per cominciare, studieremo il genoma di cellule di cancro al seno utilizzando colture cellulari di laboratorio. Analizzare le differenze tra cellule sane e cancerose significa analizzare tutto il DNA di queste cellule pezzo per pezzo e confrontarlo con quello delle cellule sane.

Sebbene esistano macchine e programmi al computer per estrarre e leggere piccoli frammenti, questi strumenti digitali ancora non funzionano perfettamente e sono spesso soggetti ad errori. L’occhio umano è ad oggi ancora uno degli strumenti più affidabili per rilevare i piccoli dettagli che ancora sfuggono alle macchine. Coinvolgendo un gran numero di persone, e affidando ad ognuno l’analisi di una porzione piccola del genoma, si possono ottenere ottimi risultati, spesso migliori che quelli delle macchine e perfino in un tempo minore.

Progetteremo un’applicazione per telefoni cellulari, che permetta a volontari che giocano di analizzare i dati dei piccoli frammenti di DNA delle cellule di cancro ottenuti dal laboratorio. L’obiettivo è quello di costruire una mappa genomica di riferimento, che ci permetta di capire quali parti del genoma di queste cellule svolgono un ruolo fondamentale nell’instaurazione e nello sviluppo di questo tipo di tumore.